Posted on Lascia un commento

Cose carine da cucire per Natale

Natale-Foto di freestocks.org su Unsplash

Una delle cose che preferisco del Natale è l’opportunità di creare divertenti e unici oggetti per decorazioni natalizie.

Se hai una pila di stoffa natalizia che ti sta chiamando allora potresti apprezzare alcune di queste cose carine da cucire per Natale che ho trovato online.

Iniziamo subito con i tutorial gratuiti delle Calze della Befana che decorano  la casa creando quella atmosfera di piacevole attesa della sorpresa.

1.  Calza Dala Horse di tutti i tipi 

Calza svedese Dala Horse

 

2. Calze Elf Print Liberty da Blonde Design

liberty print elf christmas stockings 1a

 

3- Feltro Mini Calze a Martha Stewart

 Feltro Mini Calze a Martha Stewart

 

4.Calza di Natale ad Amy Butler

Modello in PDF  sa scaricare per aver il cartamodello a portata di …taglio!

calza di natale

 

5. Calze  ricavata da un vecchio maglione 

Make-a-Sweater-Stocking-for-Christmas-Recycle-AnExtraordinaryDay.net_-690x1024
6.Calze di Natale in juta  Make it and Love It

calza juta

 

Ecco per ora una piccola carrellata di calze natalizie per iniziare a decorare la tua casa.

Nel frattempo ti auguro un buon lavoro e  se ti serve del materiale per il tuo lavoro ti lascio qui di seguito dei link utili per ogni tua esigenza.

 

  • Acquista su Amazon

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Posted on Lascia un commento

Come cucire lo zaino per la scuola

zaino tutorial

Tempo di scuola

Fra poco la scuola riapre bisogna correre per comprare tutto il necessario per iniziare bene l’anno. Un’idea carina è realizzare lo zaino per i nostri figli da se come regalo di buon augurio. Ecco come suggerimento un video tutorial di madebyaya ( http://youtube.com/madebyaya), facile da seguire. Si inizia dallo sviluppo del cartamodello, fino alla realizzazione dello zaino  in modo semplice ma carino. Anche se sei alle prime cuciture non farti prendere dal panico perchè ti garantisco che nulla è difficile neppure per te, basta andare piano e stare attenta nel taglio del tessuto. Visto come è facile realizzare questo zaino iniziamo subito con l’elenco dei materiali che servono.

Cosa ci serve:

  •  1 metro tessuto di cotone per la fodera puoi sceglierlo nella fantasia che più ti piace
  • 1 metro tessuto esterno, madebyaya consiglia il twill che è un tipo di tessuto ma resistente detto saia ma puoi utilizzare quello di tuo gusto ricorda solo che se usi del tessuto americano devi rinforzarlo con la fliselina
  • Fliselina per rinforzare e fare da supporto al bottone automatico
  • Bottone automatico
  • Fibbie 
  • Carta per  cartamodelli
  • Matita o pennarello
  • Gessetto per tessuto
  • Forbici
  • Spilli
  • Cordoncino
  • Ferma cordoncino

Iniziamo

Per prima cosa disegnamo e tagliamo il cartamodello
  1. La base è di 28 cm x 12 cm questo rettangolo viene arrotondato sui lati con l’aiuto di una scatolina o un tappo di un barattolo che abbia il diametro di 5 cm circa. Come si vede dal video la base viene piegata a metà per la lunghezza e ancora a metà per avere gli angoli uniti e poterli arrotondare.
  2. Terminata questa operazione il perimetro della metà della lunghezza deve risultare di 38 cm.
  3. Tagliamo la parte del cartamodello  che serve per il davanti e il dietro dello zaino, ovviamente la base deve essere di 38 cm quindi disegnamo un rettangolo di 38 cm x 35 cm.
  4. Tagliare la patta che serve come chiusura 18 cm x 25 cm anche questo rettangolo va piegato per la metà del la lunghezza per arrotondare 2 angoli.
  5. Un altro piccolo rettangolo di 4 cm x 18 cm che viene cucito sopra le cuciture delle bretelle per completare la patta.
  6. La tasca è di 17 cm x 18
  7. le bretelle misurano 8 cm x 1 metro
  8. Il manico è di 7 cm x 27 cm
  9. Involucro per cordino 6 cm x 76 cm, questo tessuto cucito in doppio serve per fare passare il cordino per chiuderlo.
  10. Ferma cordino.
  11. Ferro da stiro è indispensabile per stirare il margine di cucitura senza imbastire.

Iniziamo a posizionare il cartamodello e a tagliare i pezzi che servono.

 
  • Ora posiziona sui tessuti della fodera e del davanti  e del dietro il cartamodello e fissalo bene con gli spilli.
  • Per semplificare il lavoro puoi mettere il tessuto dritto contro dritto  e tagliarlo come si dice in gergo doppiato.
  • Se il tessuto è a fantasia è ancora più facile!
  • Ora che hai fissato il cartamodello sul tessuto devi stare molto attenta a lasciare il margine di cucitura di 1 cm quindi prima di tagliare ti consiglio di allargati  dal bordo del cartamodello sul tessuto di un cm e segnare con un gessetto  tutto il perimetro, soprattutto se sei agli inizi e il tuo occhio non è molto allenato.
La prossima volta che ti capita di creare un cartamodello puoi già inserire il cm del margine di cucitura proprio come fanno le modelliste in modo che l’operazione del segnare il tessuto con il gessetto si possa saltare e passare direttamente al taglio. Aggiungo un altro trucchetto quando si ha un cartamodello che deve essere allargato di qualche cm lo si posiziona su un foglio di carta più grande, lo si fissa bene con gli spilli e lo si disegna nei suoi dettagli, in questo caso usiamo dei rettangoli ma a volte le sagome sono un pò più complesse. A questo punto si può staccare il cartamodello originale per non rovinarlo e si inizia a allargare la sagoma con la’aiuto di un metro e e una penna, posizionando il metro sul bordo e misurando e segando con la penna i cm che ci servono per allargare verso l’esterno del perimetro. Per ridurlo la procedura è la stessa ma la misura con il metro si prende verso l’interno del perimetro.

Ora si inizia a cucire

  • Per prima cosa con il ferro da stiro si stirano i margini di cucitura in modo da segnarli bene senza dove imbastire.
  • Prendiamo la tasca e la fodera e dopo aver  stirato i bordi di cucitura andiamo a fare la prima cucitura sul bordo della tasca che deve rimanere aperto.
  • Ora si posiziona la tasca sulla fodera per cucirla, si piega la fodera e la tasca nella loro metà della lunghezza e, si trova il centro che si segna con lo spillo.
  • Trovate le due metà si posiziona la tasca, consiglio misurando dall’alto del tessuto di scendere di circa 10 cm verso il centro seguendo le linee del centro che devono combaciare.zaino tutorial
  • Si posizionano le due fodere dritto contro dritto fermandoli con gli spilli in modo che restino uniti e si cuciono i lati.
  •  Ora è tempo di montare il fondo  fodera dello zaino. Con la tecnica di piegatura si trova anche il centro del fondo e con gli spilli si posiziona  per essere cucito ricordando di lasciare aperto almeno 10 cm perchè da questo buco quando la borsa è tutta cucita viene rigirato e messo a dritto.
  • Prima di unire la patta bisogna sul dritto della fodera inserire il bottone con calamita anche in questo caso si usa la tecnica di piegatura per trovare il centro e si scende dal bordo arrotondato di 2,5 / 3 cm dal bordo, guarda bene il video che è facile facile!
  • ora si possono unire le due parti al temine delle cuciture sui bordi arrotondati si praticano dei taglietti in modo che quando si rivolta la patta sul dritto la cucitura risulta bella e tonda, si stira e personalmente consiglio  di fare un altra cucitura sul bordo dritto.
  • E’ tempo di cucire i l manico e le bretelle, se non lo hai già fatto con il ferro da stiro piega il margine di cucitura di un cm stirando bene e poi piega nuovamente stirando per la metà delle lunghezze, infine cuci le bretelle e il manico con due cuciture laterali.
  • Per montare le fibbie taglia 6 cm da ognuna delle bretelle, inserisci le fibbie nei rettangolini
  • Ora mi aiuto con le immagini per aiutarti meglio a posizionare il manico, le bretelle e le due parti che compongono la patta.
8.  Ed ecco il risultato A questo punto si possono unire i due pezzi che compongono lo zaino e cucire i lati. zaino tutorial Ora bisogna posizionare il fondo ricordandosi di inserire in un solo passaggio anche le fibbie .
Ok ormai lo zaino è terminato ancora pochi passaggi e possiamo ammirare il nostro lavoro. Infatti non ci resta che posizionare l’altra metà del bottone con calamita e cucire la coulisse dove poi va inserito il cordoncino. Il passaggio non è difficile basta seguire il video. Finalmente siamo giunte all’ultimo passaggio, è ora di aggiungere lo zaino alla fodera. Questo passaggio sembra complicato ma è l’unico metodo per unire la borsa alla sua parte interna . Si prendono le due parti che compongono lo zaino e si infila la parte esterna dello zaino dentro la fodera in modo che i tessuti siano dritto contro dritto si spillano insieme la cuciture laterali per centrare bene le due parti e poi si continua a spillare tutto intorno per tenere fermi i tessuti sotto il piedino della macchina da cucire. Fattoooo? Bravissima!!! Siamo giunte alla fine, ora non resta che rigirare lo zaino e metterlo al dritto facendolo uscire dall’apertura della fodera.

Ecco fatto non resta che finire di cucire la fodera e lo zaino è pronto!

 

Dove acquistare tutti i materiali

 

  • Acquista su Amazon
    Acquista su Amazon

 
Posted on Lascia un commento

Neoprene: il tessuto scuba per le borse fai da te

tessuto in neoprene

Cos’è il neoprene?

Il neoprene è un tessuto altamente tecnico, fu inventato negli anni ’30 da due scienziati dipendenti della azienda DuPont Performance Elastomers, la quale si occupava di gomme sintetiche basate sul policloroprene, inizialmente il suo nome era duprene.

Negli anni ’50 due fratelli californiani patiti di surfing scoprirono che questo tessuto isolante e repellente, era perfetto per proteggerli dalle acque fredde. Nacquero così le mute da sub.

Il neoprene rimane confinato nell’ambito dello sport acquatico fino agli anni Ottanta quando l’abbigliamento sportivo invade le strade (streetwear).

La Nike per prima lo utilizzò per tomaie delle sue sneaker poi fu un crescendo perchè anche gli stilisti si accorsero di questo materiale da portarlo sulle passerelle più importanti in ogni stagione.

Caratteristiche tecniche

Il neoprene stato il primo residuo di gomma sintetica prodotto su larga scala.

E’ un materiale duraturo, flessibile, facile da lavorare, isolante, non si spiegazza, è resistente all’acqua e ai raggi UV.

E’ morbido e liscio al tatto e al tempo stesso rigido ma soprattutto si presta a meraviglia alla stampa digitale ed è facile da tingere, oltre a rendere superflua la fodera interna.

Tinto nei colori più vivaci, oggi viene anche “fuso” con altri materiali preziosi, come lo chiffon, oppure pressato in strati con filati metallici; oppure ancora traforato e reso “trasparente” per un look sexy.

Spesso e volentieri lo si ritrova abbinato a tessuti più classici, come lo scamosciato o il pizzo e non stona per niente.ù

Il neoprene è un ottimo materiale da poter utilizzare anche per le proprie creazioni come borse, pochette, buste per il trucco ed altro ancora.

E’ facile da tagliare sia con le forbici che con le rotelle da taglio, si cuce a macchina come un normale tessuto, facendo magari delle prove su tagli di scarto per la scelta del punto e la lunghezza. L’unico consiglio che posso darti è che il neoprene come la pelle se si buca erroneamente con l’ago il segno rimane, quindi quando decidi di provare questo materiale non farti prendere da incertezze cuci dritto e viaaaa!      
Posted on Lascia un commento

Relax e orecchini all’uncinetto sotto l’ombrellone

sotto l'ombrellone

Si lo so anche questa estate ti sei ripromessa che da sotto l’ombrellone non ti schioda nessuno.

Hai avvisato tutti, questa estate solo relax e abbronzatura ma dopo le prime due ore la tua mente è già lì pronta a suggerire le idee che potresti creare con le tue mani appena torni a casa e ti con vedo che il ditino disubbidiente entrare su Google per sbirciare i tuoi siti preferiti.

Se le tue mani non possono stare ferme ma tagliare e cucire o dedicarsi ad altri hobby come il dipingere da svolgere in spiaggia sono troppo ingombranti e impegnativi ti suggerisco di provare a rilassarti con l’uncinetto.

L’uncinetto e un gomitolino di cotone si possono trasportare ovunque sono poco ingombranti ma molto rilassanti e puoi creare delle bellissime bigiotterie dagli orecchini, ai braccialetti e alle collane colorate da sfoggiare al mare rimanendo comodamente rilassata sotto l’ombrellone.

Ecco un esempio di quello che si può fare con un uncinetto, un pò di cotone e qualche perlina che puoi riciclare da una collana che si è rotta!

Oggi sbirciando un pò qua e un pò là in cerca di nuove idee ho trovato Francesca che ha pubblicato nel suo canale Youtube:

Francesca UncinettandoCrochet&Love 

questo bel tutorial dove spiega passo a passo anzi catenella dopo catenella come realizzare questi splendidi orecchini a fiore con le perline.

Materiali usati

Non ti preoccupare se non hai mai preso un uncinetto in mano Francesca con i suoi consigli e i suoi corsi base ti aiuta ad imparare questa arte.

Poi si sa le passioni nascono un pò per gioco e curiosità è certo che però lavorando sotto l’ombrellone tornerai a casa con degli orecchini nuovi e tante nuove amiche.

  • Mondial-CABLE-5-FILO-DI-SCOZIA-100-COTONE
    Mondial-CABLE-5-FILO-DI-SCOZIA-100-COTONE

Non mi credi?

Prova a iniziare a fare le prime catenelle  e ti garantisco  da romagnola che da maggio a settembre frequenta molto la spiaggia che le signore un pò curiose e le neo mamme volenterose come api sul fiore appaiono sotto il tuo ombrellone.

C’è la signora che viene a vedere cosa fai e con il cuore ti dona i suoi suggerimenti e consigli  tanto lei ha imparato a fare l’uncinetto sin da bambina, mentre la neo mamma viene a chiederti informazioni con approccio più timido ma colmo di curiosità.

Il piccolo gruppo di nuove amiche si è formato e tra una chiacchiera e una catenella il relax è assicurato e forse ti dimentichi di Youtube e tutti i social .

Buon relax








		
Posted on Lascia un commento

Cuori & Cuoricini in feltro, come iniziare

cuori & cuoricini

Un pò di feltro e un pò di fantasia sono gli unici ingredienti per iniziare a cucire delle piccole emozioni.

Per le più esperte non è difficile trovare i giusti ingredienti ma per chi è alle prime armi e magari da tempo non usa la matita ecco un bel cartamodello che ho trovato sul web da cui ricavare le varie dimensione del cuore da usare per i primi lavoretti.

cartamodello cuore
                                            cartamodello cuore

Bello vero?

Usalo questo cuoricino sarà il tuo compagno per il lungo viaggio nel mondo del cucito creativo per tantissimo tempo.

Il cartamodello come puoi intuire è solo il primo passo per lo sviluppo della tua creatività e manualità gli altri ingredienti sono la curiosità e la tenacia.

Con i cuori puoi fare tante cose come appenderli nella stanza dei bimbi, usarli per decorare i pacchetti regalp, fare dei portachiave, o regararli alla persone che ami.

Se il cuore ti sembra una forma un pochino difficile per iniziare puoi usare la forma a cerchio per iniziare e trasformarla come ti consiglia la tua fantasia ad esempio ieri sera ho creato questi bottoni.

bottoni in feltro
                                 bottoni in feltro

Con alcuni ritagli di un fiocco nascita che ho fatto  qualche giorno fa li ho tagliati a tondini e ricamato con il punto erba per decorarli un pò e poi ho assemblato tutto con il punto festone.

Se non sai fare il punti ricamo che ho appena nominato non temere su youtube ci sono tantissimi tutorial che ti possono aiutare.

Per te ho trovato questo tutorial che piega passo passo come realizzare un cuoricino con il punto festone è di ManoLibera Atelier di Barbara

Fai atettenzione a come iniziare il punto e la sua chiusura che sono suggerimenti  molto importanti per lo sviluppo di qualsiasi lavoro di cucito.

 

 

 

Ora sei pronta per iniziare il tuo primo progetto di cucito creativo non mi resta che augurarti buon divertimento!

 

 

 

 

 

Posted on Lascia un commento

Ecco un lavoretto veloce con il feltro per la festa della mamma

cannolo fiorito

Fra poco è la festa della mamma e  girovagando su Youtube  ho trovato questi tutorials veramente carini e semplici per le amiche che sono agli inizi ma anche per le amiche più esperte.

I tutorial sono di Luisa Antonioli, nel suo canale propone lavoretti con il feltro senza l’uso dell’ago e del filo ma si avvale della colla a caldo per assemblare le sue creazioni è un canale con tanti spunti e idee da seguire.

Nel primo tutorial che vi presento  Luisa spiega come fare le rose bicolore, da vedere assolutamente perchè come si sa le rose come altri fiori vengono utilizzate spesso in tutte le stagioni, per tutte le feste e ricorrenze e anche a natale per decorare i pacchettini regalo e l’albero di natale.

 

Ci scommetto che dopo aver visto questo video avete iniziato a cercare pezzetti di feltro per mettervi subito all’opera ma aspettate  🙂 ora arriva il tutorial che spiega come utilizzarle per creare un bel pensierino da regalare alla mamma domenica 13 maggio,  da utilizzare per decorare il pacchettino per lei o perchè no come segna posto per il pranzo in famiglia, lascio a voi il modo di utilizzare questa simpatica creazione.

Adesso si, siete pronte per iniziare a cercare tutto l’occorrente per iniziate a fare questo semplice ma di effetto cannolo in feltro da utilizzare in tutte le occasione che ci serve per fare un pensiero a chi amiamo.

Mettiamoci al lavoro cosa ci serve?

Per le più esperte o per le amiche che non vogliono tradire l’ago e il filo per il cannolo si possono utilizzatre le stoffine americane o altre cotonine, tagliando due cerchi di tessuto diverso, uno a tinta unita e l’altro a fantasia e cucirli insieme con all’interno la flisellina termo adesiva per dare  sostegno al tessuto, rifinire i bordi e il taglio con il punto a zig zag fitto, in questo modo create un cannolo personalizzato.

Anche per le rose puoi seguire questa tecnica per rendere il tuo lavoro unico.

Facile vero?

Buon lavoro  🙂

Un abbraccio

 

Per acquistare i prodotti  sopra elencati vi lascio i link qua sotto.

Feltro

Forbici

 

Pistola colla a caldo

 

Charm a forma di cuore

 

 

 

Posted on Lascia un commento

Trasferire un’immagine su tessuto in modo semplice

Quante volte ti sei chiesta come trasferire una bella foto o un disegno che hai fatto tu sul tessuto per poi utilizzarlo per creare borse o dare vita ad una maglietta un pò anonima.

Ecco un suggerimento facile per te.

Ombretta di “Arte per te” anni fa quando la versatile, famosa ma sopprattutto indispendabile colla Mod Podge non era ancora disponibile in italia, ha pubblicato questo tutorial dove ci dona la ricetta da lei sperimentata di  simil Mod Podge.

Curiosa? Guarda il video sono certa che lo troverai interessante  😉

 

Hai visto nel video come è facile preparare questo materiale per trasferire i tuoi disegni su supporti come il legno o le tele per creare quadri originali?

Ricetta 

  • 25 gr. flatting all’acqua matt
  • 10 gr. vinavil,
  • contenitore
  • pennello

Quando si dice impara l’arte e mettila da parte ed è vero!

Da pochi giorni la mia amica ha partorito il suo primo bimbo e mi ha chiesto se le potevo dare qualche mio disegno per arredare e rallegrare  la stanza del nuovo arrivato. Così sbirciando tra i miei disegni mi è venuto in mente di poterli utilizzare per fare qualcosa di cucito ma come trasferire l’immagine su tessuto?

Quale materiale poteva essermi utile?

Certo la Mod Podge ma di farmi 20 km per andare al negozio di bricolage proprio non ne avevo voglia e allora mi è tornato alla mente il tutorial di Ombretta che insegna come usare la Simil Mod Podge.

 

Certo lei ci suggerisce alcuni materiali ma sul tessuto come funziona?

Ok sperimentiamo!

Con Gimp  ( programma open source di manipolazione immagini, simile a photoshop) ho reso speculare l’immagine da me scelta e  intensificato i colori poi ho stampato con la stampante laser e questo particolare sembra da altri tutorial che ho visto che sia molto importante per questo tipo di lavoro.

 

ranocchio specchio colori intensi
ranocchio specchio colori intensi

Sulla stampa ho messo il prodotto distribuendo bene su tutto il foglio e poi l’ho appoggiato sul tessuto di cotone.

Ho atteso 24 ore e poi ho iniziato a pulire bagnando delicatamente il foglio e sfregando con le dita aiutandomi con una spugetta.

risutlato esperimento di trasferimento immagine
risutlato esperimento di trasferimento immagine

Che te ne pare? 

L’esperimento sembra riuscito abbastanza bene ora termino di pulire il tessuto dalla carte e aspetterò che asciughi.

Mi sembra che il tessuto rimanga un pochino rigido quindi lo userò per fare una borsa, una sacca o chissà una tovaglietta americana.

Ora anche senza Mod Podge originale posso dare vita ai disegni che altrimenti resterebbero in un cassetto  😛

E tu cara amica cosa aspetti a provare?

Le immagini le puoi trovare su Google, Pinterest o anche in siti come https://www.pexels.com dove si possono scaricare immagini gratuite, a te la scelta.

Ciao

un abbraccio Cucicuci

 

 

 

 

Posted on Lascia un commento

Dipingere su tessuto – seta e cotone

Su Facebook sono iscritta ad un gruppo molto carino di appassionate di cucito dove qualche giorno fa ho pubblicato la foto dell’inizio del progetto di disegno su tessuto.

Alcune amiche mi hanno rivolto domande sul come si fa, come si diluiscono i colori, il tempo di posa e altro ancora. Tutte queste domande mi hanno dato la spinta per scrivere questa piccola guida con l’ausilio di video interessanti presi da Youtube.

Progetto disegno su tessuto
       Progetto disegno su tessuto

Innanzitutto quali sono i tessuti più idonei per essere dipinti a mano?

Posso affermare che con i colori per tessuto di nuova generazione tutti i tessuti si possono dipingere anche se la mia preferenza va in primis per la seta con la sua affascinante e millenaria storia ( i cinesi la conoscevano già 4000 a.C.) e tutti i tessuti che derivano da questo filato come taffetà, georgette, chiffonorganza ecc

La seta infatti si può presentare sotto le forme più diverse: dalla seta grezza, che appare molto simile alla yuta  ma molto più morbida, alla seta lucida e vellutata fino alla seta leggerissima e trasparente. Può presentarsi al naturale, cioè color écru, che  bianca o colorata. 

La seta ideale da utilizzare è sicuramente la seta bianca, di media pesantezza e con una superficie non particolarmente “pettinata”, cioè liscia, perché è quella su cui il colore ha la resa migliore.

Le sete con base colorata possono essere decorate con colori scuri o coprenti impegnadosi un pochino di pù sulle sfumature.

    

Quali colori usare?

Ovviamente per la seta ci sono i colori specifici,mentre per il cotone si possono usare anche gli acrilici ma miscelati con il medium per tessuto come ci suggerisce Lara Vella in questo video 

I colori per seta, a differenza degli altri colori per stoffa, sono molto liquidi ma non trasparenti; anzi il colore risulta molto intenso e brillante anche con una sola stesura.

I colori sono miscelabili tra di loro ed è facilissimo creare straordinarie sfumature di tono. Sono diluibili in acqua o in alcool, occorre fare molta attenzione a non schiarire troppo le tinte che, perdendo consistenza e intensità, possono creare chiazze troppo sbiadite. 

Questi colori si fissano molto facilmente, stirando il tessuto  senza vapore sul rovescio con un risultato di tipo professionale. Vi sono poi altre tinte che per essere fissate al tessuto necessitano di un fissaggio a vapore da effettuarsi in centri specializzati o in casa con una pentola a pressione. Questo tipo di fissaggio le rende ancora più resistenti ai lavaggi e alla luce. 

La gutta è un altro elemento molto importante nella pittura su seta poiché interviene per delimitare le zone da colorare, è una resina che si trova in commercio sia trasparente che colorata e si applica direttamente sul tessuto dal tubetto. La gutta colorata a tempi di asciugatura lunga circa 36 ore.

In questo video Gabry Art ci mostra come utilizzare la gutta su seta

 

Cosa occorre per iniziare a dipingere su tessuto

 

Pennelli

 

I pennelli ideali per questo tipo di lavoro sono quelli obliqui

con setole sintetiche che meglio trattengono

e distribuiscono il colore creando piacevoli sfumature

 

Colori per seta

Le aziende che producono questi colori sono tante ma se sei alle prime armi ti consiglio dei colori ad un prezzo accessibile e di buona resa  per poter sperimentare questo mondo. Quando ti sentirai sicura allora potrai scegliere tra le marche professionali in commercio nei negozi di belle arti.

Ricordati di lavare sempre il tessuto prima di usarlo con i tuoi colori.

colori per tessuto
 colori per tessuto

Colori per seta
Colori per seta

 

 

 

 

 

Il telaio

Il telaio è fondamentale perchè tiene il tessuto in tensione e mentre dipingi non rischi di toccare la superfice su cui ti appoggi e quindi non sporchi nulla. Per i lavori con piccoli tagli di tessuto va benissimo il telaio da ricamo, per i lavori più grandi si può acquistare una cornice di legno e fissare il tessuto con le puntine da disegno. Infine ci sono i teleai più professionali che si acuistano nei negozi specializzati..

telaio da ricamo
  telaio da ricamo

 

set telaio da ricamo
set telaio da ricamo

 

 

 

 

 

 

 

La tecnica
Dopo aver riportato  o disegnato direttamente a mano libera  un motivo sulla seta occorre ripassarlo con la gutta in tutti i suoi particolari. Si creano così degli spazi delimitati dove verrà steso il colore.
La resina asciuga piuttosto lentamente: occorrono 24 ore prima che sia pronta a fare da barriera al colore. Quando la gutta è asciutta si intinge il pennello direttamente nel barattolino di colore, quindi si appoggia la punta del pennello nello spazio che si intende colorare.
Il colore si spande automaticamente: non occorre, pertanto, accompagnarlo pennellando. Si ferma quando incontra il limite rappresentato dalla resina. 
Mescolando il colore si ottengono magnifiche sfumature e, con pochissime prove, si può raggiungere facilmente una buona capacità esecutiva.
La tecnica del sale serve a creare effetti di chiaro scuro e si ottiene mettendo direttamente il sale sulla seta dopo avere steso il colore.
E’ una tecnica molto interessante, ci vuole tanta maestria e accortezza, strumenti e prodotti particolari ecco perché il valore dei tessuti in seta dipinti a mano raggiunge un valore in cifre molto elevato. Questa tecnica è usata anche nel mondo della moda foulards o sciarpe e stole in seta, cravatte e l’arredamento: cuscini, paralumi, tappeti orientali di grande pregio.
Ciao a presto, un abbraccio